Le biblioteche e la Non-Fiction

Cosa acquistano le biblioteche?

Dalle statistiche è noto che le biblioteche acquistino più narrativa rispetto alla saggistica e alla manualistica. Ma nel panorama della non fiction, quali sono gli argomenti che stanno più a cuore alle biblioteche?

Considerando la saggistica e la manualistica acquistata nell’arco del 2019 dalle biblioteche Clienti di Leggere si può notare la presenza di categorie ben definite di maggior gradimento per le biblioteche di pubblica lettura.*

   Alle biblioteche piace tenersi aggiornate

  Tra i libri più venduti ci sono diversi saggi per l’aggiornamento professionale del bibliotecario e molti manuali per gestire al meglio i servizi della biblioteca o attivare nuove proposte e attività.

 

  Alle biblioteche interessa molto l’attualità

     La classe 300, Scienze sociali, è quella che più di tutte viene acquistata dalle biblioteche. Un’attenzione particolare è data ai libri su tematiche legate a problemi sociali come l’ecologia, la migrazione, i diritti umani, la violenza, affiancati dai saggi sui cambiamenti sociali in atto. Sono numerosi anche i saggi di Sociologia, Politica ed Economia.

 

  Alle biblioteche non sfugge l’interesse da parte dei lettori per le persone celebri

  Dalle analisi del mercato editoriale tra i libri più venduti spiccano le biografie e autobiografie di persone celebri. (vedi articolo Analisi delle vendite nei primi 6 mesi del 2019). Nonostante i numeri siano diversi rispetto alle quantità acquistate nelle librerie, anche nelle biblioteche le biografie e autobiografie si stanno ritagliando un posto significativo nei carrelli d’acquisto. Tra le biografie più vendute spiccano quelle di personaggi del mondo dello spettacolo, della musica, dello sport ma anche alcune eccellenze come grandi matematici, giornalisti, astronauti. L’interesse per le persone celebri si manifesta anche con l’acquisto di libri scritti da persone famose in un determinato campo.

 

  Alle biblioteche interessa la vita delle persone

  Sono molti i libri venduti legati al benessere della persona sia a livello fisico, con manuali di dietetica, efficienza fisica, salute e cura della persona, sia psicologico con l’acquisto di saggi di psicologia. Vengono molto comprati anche i manuali legati al governo della casa (cucina, giardinaggio, prodotti per la casa) e della vita famigliare (gestione del rapporto di coppia, educazione famigliare).

 

  Alle biblioteche piace viaggiare

  Tra i libri di saggistica più venduti ci sono i racconti di viaggi per il mondo. Interesse che si nota anche dalla presenza preponderante delle guide turistiche tra i manuali più comprati dalle biblioteche.

 

Considerando la CDD ecco di seguito le classi preferite dalle biblioteche:

  • Scienza degli elaboratori, informazione e opere generali

           020  Biblioteconomia  – 060 Giornalismo ed editoria

  • Filosofia e psicologia

           150  Psicologia – 170 Etica

  • Religione

           204 Esperienza, vita pratica religiosa - 220 Bibbia - 260 Teologia sociale ed ecclesiastica – 294  Buddismo

  • Scienze sociali

          300 Scienze sociali – 320 Scienza politica – 330 Economia – 360 Problemi e servizi sociali – 370 Educazione

  • Linguaggio

          400 Linguaggio - 410 Linguistica

  • Scienze naturali e matematiche

           500 Scienze della terra – 570 Biologia – 580 Botanica – 590 Zoologia

  • Tecnologia

          610 Medicina e Salute – 640 Governo della casa e della vita famigliare

  • Le arti

          Per lo più biografie di sportivi, musicisti, attori e artisti.

  • Letteratura e retorica

          Per lo più biografie e memorie della vita di alcuni scrittori

  • Storia e geografia

          910 Geografia e viaggi – 940 Storia dell’Europa

 

*Le classifiche si basano sull’Indice di Diffusione, cioè il il numero di biblioteche che hanno acquistato almeno una copia di un titolo tra le oltre 1.500 biblioteche di Pubblica Lettura clienti 2019 di Leggere. Ill campione rappresenta un terzo delle biblioteche di pubblica lettura presenti in Italia a numero ma oltre il 55% se valutiamo come “dimensione” il numero dei libri posseduti.


Pubblicato in CONOSCENZE il 28/11/2019