Cosa sono i metadati?

Sempre più spesso si sente parlare di metadati: ma cosa sono?

I metadati sono legati al ciclo di vita di una risorsa digitale, per questo motivo il lemma è diffuso prevalentemente nell’ambito informatico, ma possono essere associati a qualunque tipo di risorsa, sia digitale, sia fisica o astratta.

Il termine metadato deriva dalla preposizione greca “meta” nel suo significato di “oltre, al di là” e il termine latino “data” con il significato di “dati, informazioni”. I metadati sono dati che riguardano altri dati, sono informazioni che descrivono altre informazioni. Coordinando, raggruppando e collegando questi dati mediante una serie di operazioni concettuali, è possibile creare un sistema che permetta di identificare e ricercare un preciso oggetto e metterlo in relazione con altri correlati da una stessa caratteristica.

Il procedimento e le operazioni che permettono il passaggio da un insieme caotico di dati a un sistema coordinato di metadati, è la catalogazione; tanto più questa è precisa e ricca di informazioni, tanto più sarà possibile effettuare ricerche specifiche e ottenere risposte con un livello molto basso di elementi non interessanti ai fini della ricerca.

Ci sono tre tipologie di metadati:

  • metadati strutturali: si riferiscono invece alla struttura e alla relazione tra le parti che la compongono come capitoli, sezioni, lunghezza ecc.
  • I metadati descrittivi: descrivono il contenuto del documento. Sono i dati che permettono l’identificazione e una migliore ricerca dell’oggetto. Vanno adattati al contenuto che si desidera descrivere: per un libro sono titolo, autore, argomento, editore ecc., per un video regista, attori, durata ecc.
  • metadati gestionali o amministrativi: specificano la gestione e l’amministrazione dei documenti e comprendono informazioni sui diritti d’accesso e di conservazione.

La caratteristica più importante in un sistema di metadati è l’interoperabilità, cioè la capacità di permettere lo scambio di informazioni indipendentemente dalla piattaforma tecnologica utilizzata. Questo è possibile nel momento in cui i sistemi di metadati utilizzano degli standard ben definiti che si configurano come veri e propri linguaggi con proprie regole di grammatica e sintassi, messi a disposizione di tutti i fruitori del sistema ; conoscendo il linguaggio ciascun utente può effettuare scelte di programmazione per sviluppare il proprio sistema secondo le sue esigenze.

È proprio questa struttura a dati correlati con collegamenti di tipo semantico, basata su tecnologie e standard di linguaggio condivisi, a rendere il concetto di metadatazione così importante a livello biblio-catalografico: i contenuti, i concetti, i legami tra i concetti e i contenuti diventano una ricchezza per la ricerca, anche e soprattutto web, di un documento (libro, risorsa digitale, articolo, etc).


Pubblicato in CONOSCENZE il 11/07/2019

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE