Speciale manuali universitari

Tendenzialmente in vetrina non vengono inseriti i manuali molto specializzati/universitari che arrivano alla nostra redazione. Per dar loro risalto, avendo Leggere anche numerose biblioteche universitarie tra i propri clienti, abbiamo deciso di pubblicare delle bibliografie mensili contenti alcuni dei manuali passati per la redazione nel mese di ottobre e non selezionati per la vetrina.

 

1

Specialità delle giurisdizioni ed effettività delle tutele

Guidara A. (cur.)
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Il titolo del Volume riproduce il titolo del Convegno tenutosi presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Catania nei giorni 9 e 10 aprile 2021 e ne raccoglie i contributi. I sintagmi di cui esso consta rappresentano i temi da cui ha preso le mosse l’idea stessa del Convegno: si tratta, come è noto, di temi nient’affatto piani, come niente affatto piana è la relazione tra gli stessi; all’approfondimento di essi il Convegno ambiva e, con il Volume ambisce a dare il proprio contributo. Il Convegno ha voluto indagare, non certo per fornire soluzioni, ma per avviare/continuare riflessioni che meritano di essere condotte e, ove possibile, finalizzate in quadro costituzionale incompiuto e di fronte a protagonisti poco sensibili. Non ci sono approdi certi, né soluzioni uni(vo)che e meno che mai perfette (è sufficiente guardare agli ordinamenti viciniori di Germania, Francia e Spagna per rendersi conto della diversità delle giurisdizioni e delle tutele); è certo però che la via da percorrere è quella scientifica, la quale anzi, se si valorizzano le opportune interrelazioni, appare probabilmente l’unica in grado di dare risultati, risultati veri, i quali lascino ai margini delle varie discussioni interessi partigiani e logiche di potere che troppo spesso si agitano nelle stesse e finiscono coll’arrestare i pochi veri propositi' di progresso. E l’approccio non può che essere interdisciplinare ed inclusivo, ma anche storico, di teoria generale e comparato, come il Convegno ha tentato di fare, pur in un contesto di emergenza epidemiologica.
2

Appunti di matematica

Salinelli Ernesto
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZA E TECNOLOGIA
Sottoreparto SCIENZE ESATTE
In questo lavoro, come segnala il suo titolo, ho raccolto il contenuto delle lezioni svolte per l’insegnamento di Matematica del primo anno del Corso di Laurea triennale in Economia Aziendale dell’Universit`a del Piemonte Orientale. Il testo si presenta, con linguaggio automobilistico, come un ibrido cartaceo/digitale. Nella parte cartacea si trova la trattazione degli aspetti principali di ciascun argomento, organizzata in sei capitoli. La parte digitale raccoglie argomenti di complemento, esempi pi`u complessi, approfondimenti e test di verifica, come spiegato pi`u in dettaglio nella successiva guida alle risorseWEB. Anche dal punto di vista del tipo di presentazione, questo libro `e un ibrido: si presenta come un “libro di teoria”, completando idealmente il gi`a pubblicato “Esercizi di Matematica”. Per tale motivo non sono presenti esercizi proposti, per i quali si rimanda, senza alcuna necessit`a di riferimenti espliciti, al summenzionato eserciziario. D’altra parte, la presentazione di ciascun argomento `e imperniata su motivazioni, esemplificazioni, quindi l’eventuale definizione o teorema vengono introdotti come una risposta ad una esigenza. Tutto si concretizza in una massiccia presenza di esempi, quasi 200, spesso corredati da figure. Ho cercato di massimizzare i rimandi incrociati all’interno di ciascun argomento e fra differenti argomenti, per spingere chi legge a non muoversi solo per piccoli passi, indispensabili in una prima lettura, ma a sviluppare anche una visione di insieme. Un ringraziamento va a Francesca Centrone per l’attenta lettura del manoscritto con la quale ha stanato errori e/o imprecisioni che mi piacerebbe pensare fossero i soli presenti. Mi scuso in anticipo per la presenza di ulteriori refusi di cui, ovviamente, sono da considerare l’unico responsabile, confidando che mi vengano segnalati. Ringrazio anche Sergio Margarita con il quale ho condiviso la bella esperienza di “Multimath” dalla quale, inevitabilmente, ho tratto parziale ispirazione, e Maurizio Rinaldi per l’aiuto in fase di redazione e la carica di entusiasmo e passione che manifesta e trasmette. Un ringraziamento va poi alla Redazione dell’Editore, in particolare a Filippo De Cecco, Francesca Leva e Valentina Zaza, per il supporto fornito con la consueta professionalit`a in fase di realizzazione del testo.[Dalla prefazione]
3

Corso di diritto penale

Ramacci, Fabrizio
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Di fronte a un oggetto sconosciuto, il bisogno di conoscenza, espresso dalla domanda “che cos’è?”, si ritiene soddisfatto, almeno in prima approssimazione, quando sia stato accertato “come è fatto” e “a che cosa serve”. Questo accertamento, è ovvio, seguirà vie diverse perché dipenderà dall’oggetto sul quale si esercita il nostro bisogno di conoscenza se, per sapere “com’è fatto”, dovremo scomporlo, sezionarlo o analizzarlo e se, per sapere a che cosa serve, sarà sufficiente rifarsi all’esperienza comune oppure necessario formulare delle ipotesi ragionevoli. In ogni caso, queste semplici riflessioni hanno già dimostrato che la “via per” conoscere è determinata dall’oggetto del conoscere: dipende dal tipo di oggetto la scelta del metodo (dal greco: mèta odòs, via per) migliore per conoscerlo. [Dal primo capitolo]
4

Procedura penale

Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
di rito conferma che la procedura penale (come complesso di regole da rispettare in vista del conseguimento di un «verdetto» non solo persuasivo ma anche appagante sotto il profilo della legalità) non costituisce un esangue meccanismo tecnico indipendente dai valori, malgrado i bilanciamenti tra gli stessi che non sempre portano ai risultati che ispirano il garantismo penale. Ad ogni modo, lo studio delle regole procedurali della giustizia penale trascende i confini di una astratta dogmatica formale e comporta inevitabili riflessioni etiche; il tema della verità non riguarda più solo la conoscenza del fatto controverso ma anche la condotta delle parti. Il contrasto tra le esigenze investigative e di informazione relative a vicende giudiziarie, anche di pubblico interesse, ed il diritto dei singoli alla propria riservatezza ed al rispetto delle regole, hanno costantemente scandito progressivi e percettibili scivolamenti ed assestamenti teorici che hanno contribuito ad una sorta di messa al bando del diritto alla privacy, con conseguente scadimento dello standard di legalità. [Dal primo capitolo]
5

Economia aziendale. Principi e metodologie

Di Lazzaro Fabrizio
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto ECONOMIA
L’Economia Aziendale rientra nel novero delle discipline economiche ed ha per oggetto di studio le condizioni di esistenza e le manifestazioni di vita dell’azienda 1, osservata nelle sue dimensioni statica e dinamica. Sotto un profilo statico, la disciplina studia l’azienda da un punto di vista descrittivo, analizzandone la struttura, le caratteristiche e la morfologia; sotto un profilo dinamico, costituiscono oggetto di studio le logiche di funzionamento e di governo dell’azienda, intesa come sistema aperto, dinamico ed olistico. Il testo intende fornire “principi” e “metodologie” di tale disciplina. I principi, di ordine generale, consentono di inquadrare l’economia aziendale nell’ambito delle altre discipline economiche e di comprendere l’origine del fenomeno aziendale e la sua successiva evoluzione nel tempo e nello spazio. In tale contesto i bisogni umani sono il motore originario dell’attività aziendale, che si svolge prima all’interno dei gruppi economici e poi nelle aziende di produzione. L’azienda diviene così lo strumento dell’umano operare in campo economico svolgendo le attività di produzione e consumo di beni e servizi per il soddisfacimento dei bisogni umani. Le metodologie consentono di comprendere le modalità di rilevazione delle operazioni di gestione e le connesse variazioni di capitale. In tale particolare ambito oggetto di studio è la dinamica dei valori delle operazioni di gestione, declinate nelle quattro fasi fondamentali che compongono il circuito della gestione: finanziamento, acquisizione dei fattori produttivi, trasformazione e venditaLa dinamica dei valori, infatti, è la base per la comprensione della metodologia contabile di rilevazione delle operazioni 2. Attraverso tale impostazione è possibile osservare il fluire del capitale e del reddito nelle diverse fasi in cui è suddiviso il circuito della gestione. Il testo affronta infine le modalità di gestione e governo dell’azienda, con particolare enfasi all’apprezzamento del rischio strategico, inteso come attitudine del sistema aziendale a mantenere ed accrescere nel tempo i propri vantaggi competitivi. Oggetto di studio sono le dimensioni di tale profilo di rischio, osservato nelle diverse declinazioni in cui si può manifestare. Alla base di tale analisi vi è la coscienza che la capacità dell’azienda di mantenere ed accrescere nel tempo i propri vantaggi competitivi è condizione alla base del going concern. L’azienda infatti è fenomeno di tempo e la continuità aziendale è funzione della sua capacità di mantenere, a valere nel tempo, adeguate condizioni di equilibrio economico. Il verificarsi di tali condizioni dipende dalla capacità del sistema aziendale di fronteggiare adeguatamente l’alea di veder vanificati i vantaggi di mercato acquisiti; da qui la necessità di un adeguato monitoraggio dei relativi fattori di rischio. L’azienda insomma è un fenomeno complesso che l’Economia Aziendale studia in modo unitario nelle sue diverse dimensioni e manifestazioni di vita, tenendo conto delle sue caratteristiche fondamentali di unità sistemica aperta, dinamica, strumentale ed olistica. In conclusione rivolgo un pensiero al mio Maestro, prof. Carlo Caramiello, al cui modello didattico e patrimonio scientifico si ispira ed attinge grande parte di questo volume, che vuole essere anche una testimonianza della memoria ancora viva dei suoi insegnamenti
6

Contratto e contract

Delfini Francesco
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Il volume raccoglie, nel testo in parte rielaborato ad uso degli Studenti del corso di Diritto civile, una serie di scritti, di lezioni e seminari – nell’ideale dialogo tra l’esperienza giuridica domestica, le codificazioni di civil law americane (Argentina e Québec) e il common law nordamericano – sulla autonomia privata nella negoziazione paritetica del contenuto del contratto, nonché sul controllo della predisposizione unilaterale del contenuto negoziale nei contratti standard per adesione.
7

Iscrizione in bilancio dei beni immateriali e in particolare dei valori sportivi delle società calcistiche (L')

Caforio, Giuseppe
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
La “scoperta” del mondo dell’immateriale ha lentamente provocato, prima nell’ordinamento economico e poi nell’ordinamento giuridico, una vera e propria rivoluzione che ha determinato degli effetti di notevole rilievo. La valutazione degli intangible assets rappresenta oggi un tema ampiamente dibattuto, reso attuale dal sempre più elevato numero di transazioni, nonché dalle normative agevolative a beneficio di coloro che su tali assets realizzano cospicui investimenti (Patent Box). Al fine di comprenderne più puntualmente il valore, si è reputato necessario fare una ricostruzione di quelli che sono i principali beni immateriali in uso nella realtà fattuale. Già dalla fine degli anni Ottanta, la Scuola di Diritto Industriale in capo al compianto Professor Vittorio Menesini ha sviluppato studi e svolto ricerche tese a dimostrare la prevalenza del valore dei beni immateriali su quelli materiali principalmente nel campo economico, e quindi, de relato, anche in campo giuridico, con un impatto rilevante su tanti istituti giuridici che evidentemente costruiti e pensati da chi aveva in mente solo i beni materialmente intesi, sono stati gradatamente modificati ed adeguati alla nuova prospettazione [Dall'introduzione]
8

Elementi fondamentali di responsabilità amministrativo-contabile e danno erariale

Cerrato Stefano A.; Grossi Lisa
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Il volume sviluppa in modo sistematico l’analisi degli elementi costitutivi della responsabilità amministrativo-contabile nel quadro normativo vigente, senza trascurare la disciplina del processo innanzi alla Corte dei conti. L'opera di chiude con un’Appendice che contiene una sinossi di casi concreti di danno erariale, con un focus specifico per il settore della Difesa. Per le sue caratteristiche, l’opera è pensata non solo per insegnamenti universitari e post-universitari ma anche come supporto per chi operi nella pubblica amministrazione e per coloro che vogliano affrontare concorsi pubblici.
9

Intervento amministrativo sui mercati. Appunti per le lezioni (L')

Bombardelli M. (cur.)
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Il presente volume è rivolto principalmente agli studenti universitari e, più in generale, a tutti coloro che sono interessati ad acquisire le nozioni fondamentali per la comprensione del contesto giuridico e istituzionale in cui gli attori economici si trovano ad operare. Ciò, in particolare, attraverso l'analisi del quadro istituzionale e delle modalità di intervento dei poteri pubblici che influiscono in vari modi nel funzionamento dei mercati. Sono presi in considerazione quattro ambiti principali. Nel primo vengono presentati i diversi tipi di relazione che si possono instaurare tra istituzioni e mercati, tenendo conto delle profonde trasformazioni che negli ultimi decenni hanno caratterizzato l'intervento dei poteri pubblici nell'economia. Nel secondo viene considerato l'attuale assetto organizzativo - a livello globale, europeo e nazionale - delle istituzioni pubbliche chiamate a operare tale intervento. Nel terzo ambito vengono poi considerati gli strumenti di diritto amministrativo e di diritto comune attraverso cui concretamente, sul piano amministrativo, le suddette istituzioni agiscono. Nel quarto ambito, infine, più ampio e articolato dei precedenti, si analizzano in modo specifico le diverse forme di intervento pubblico, distinguendo tra disciplina dell'economia e intervento diretto; regolazione di tipo sociale ed economico; attività di tutela della concorrenza.
10

Strumenti, prodotti e servizi finanziari. Bisogni di investimento, finanziamento, pagamento e gestione dei rischi

Ferrari Andrea; Gualandri Elisabetta; Landi Andrea
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Il volume affronta i temi della valutazione delle attività finanziarie con riguardo sia agli strumenti negoziati nei mercati, sia ai principali prodotti bancari e assicurativi. In questa edizione si propongono nuovi diversi approfondimenti. Le caratteristiche deile attività e deile operazioni finanziarie sono descritte attraverso un maggiore utilizzo di esempi. cosi come sono uiteriormente dettagliate le scelte finanziarie delle famiglie e delle imprese anche attraverso l’analisi della sostenibilità degli investimenti sotto ii profilo ambientale. sociale e della corporate governance. Oltre a costituire un utile strumento di apprendimento per gli studenti nei corsi base e specialistici in ambito finanziario, la nuova edizione si caratterizza anche come valido supporto operativo per tutti coloro che desiderano approfondire le conoscenze dell’ampio e complesso panorama degli strumenti, prodotti e servizi finanziari.
11

Lezioni di filosofia del diritto. Costituzionalismo, Stato di diritto, codificazione, positivismo giuridico. Ediz. ampliata

Celano, Bruno
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Questo libro è una introduzione alla filosofia del diritto, pensata innanzitutto per studenti di Giurisprudenza, ma anche per lettori curiosi e intelligenti che non hanno competenze specialistiche in questa materia. Intende anche essere espressione di una certa idea del ruolo dell'indagine filosofica nel contesto degli studi giuridici: un'introduzione allo studio del diritto, da un punto di vista un po' eccentrico rispetto a quello degli studiosi di diritto positivo. A tal fine, saranno introdotti anche alcuni elementi di storia della cultura e delle istituzioni giuridico-politiche di stampo europeo moderne e contemporanee: le principali vicende del costituzionalismo dal Settecento a oggi, la nascita e la progressiva affermazione dell'idea dei diritti fondamentali, le linee essenziali dell'edificio dello Stato di diritto europeo-continentale ottocentesco, la codificazione, i tratti caratteristici del diritto negli odierni Stati costituzionali di diritto. Questa seconda edizione, ampliata, comprende: una sezione nella quale sono passate in rassegna le principali varietà di giusnaturalismo; un capitolo dedicato al problema della legge ingiusta; e una quinta parte nella quale viene presentata, attraverso una lettura dell'Orestea di Eschilo, una particolare versione della posizione giusnaturalistica (la "versione pluralista").
12

Nuove disposizioni di vigilanza per le società di natura finanziaria. Considerazioni di ordine aziendale alla luce della letteratura di riferimento (Le)

Cimini Riccardo
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto ECONOMIA
L'attuale quadro normativo che ha per oggetto le regole di vigilanza per le banche e le società di investimento sta subendo continui cambiamenti, gran parte dei quali sono giustificati dalla necessità di rendere le disposizioni prudenziali coerenti al contesto in cui le società di natura finanziaria si trovano a operare. È in tale contesto, caratterizzato da una sempre maggiore mutevolezza, che il presente lavoro monografico costituisce una novità editoriale che intende esaminare il sistema di regole contenuto nella normativa di vigilanza prudenziale di matrice europea, introdotta qualche anno fa dal Regolamento UE n. 575/2013 (CRR) e recentemente revisionata dal Regolamento UE 2019/876 (CRR II). La struttura e il contenuto dei sette capitoli in cui si articola la monografia consentono di individuare i destinatari privilegiati dell'opera che sono i ricercatori di accounting, gli operatori di mercato e, ultimi ma non meno importanti, gli studenti dei corsi di laurea magistrale in Economia. Più in particolare, è la lettura dei singoli istituti prudenziali contenuti nei Regolamenti comunitari in chiave economico-aziendale a rendere il presente lavoro monografico molto utile a tutti quegli studiosi che intendono indirizzare la loro attività di ricerca verso le società di natura finanziaria, uniche nel loro genere, in ragione delle peculiarità che le distinguono dalle società non finanziarie. Quanto agli operatori di mercato, chiamati a vario titolo e in prima persona ad applicare le disposizioni di vigilanza, la presentazione, pur nei tratti più significativi, dei diversi istituti prudenziali, rende il lavoro monografico una risposta al loro bisogno di formazione su tali tematiche che peraltro è stato colto, nell'ultimo capitolo del volume, mediante la somministrazione di un questionario pilota. La monografia, infine, dovrebbe indirizzare i laureati triennali in Economia, nell'ambito di un percorso formativo specialistico, verso lo studio dell'ampia e per molti aspetti articolata tematica delle disposizioni di vigilanza di matrice internazionale.
13

Riscossione dei tributi a mezzo ruolo (La)

Corrado Leda Rita
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Il volume vuole essere una risposta all’esigenza dei professionisti del diritto di avere un rapido strumento per la pronta comprensione dei principali temi in materia di riscossione dei tributi a mezzo ruolo. Gli Autori hanno messo a punto una guida pratica, utile sia al professionista che voglia trovare soluzione alla singola questione che a quello che voglia dotarsi di uno strumento di studio per un approccio sistematico alla materia.
14

Economia aziendale. Concetti e fondamenti

Broglia Angela; Corsi Corrado; Mion Giorgio
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto ECONOMIA
Lo studio dei fenomeni sociali è coinvolgente, in quanto sviluppa un sapere che va oltre la conoscenza dei “fatti” e delle “teorie” che cercano di spiegarli; in ciò risiede l’intento didattico del presente lavoro: saziare la mente di curiosità, alimentare il dubbio e accendere l’amore per l’autonoma elaborazione della risposta. L’azienda è un fenomeno sociale complesso, una realtà economica poliedrica e mutevole, la cui essenza rischia di sfuggire allo sguardo distratto o frettoloso; l’osservatore deve prima aver maturato la capacità di pensare in modo sistemico, affondando nelle radici della conoscenza acquisita per proiettarsi al di là di essa e scorgere il nuovo, ciò che ancora è in divenire e in formazione. L’Economia aziendale è scienza che si assegna il compito di analizzare, comprendere, interpretare e rappresentare la dinamica e vivace esistenza delle aziende, in ogni loro forma espressiva e in ogni manifestazione della loro vita. Le origini del pensiero ragionieristico ed economico-aziendale sono il terreno fertile in cui piantare i semi della conoscenza; lasciarli attecchire richiede tempo e cura: occorre riflessione, analisi critica e soprattutto capacità di porsi molte domande, senza aver fretta che la risposta giunga subitamente e senza arrendersi alla fatica della sua ricerca. Le pagine che seguono sono porte che si affacciano su una realtà – quella aziendale – alla quale occorre accostarsi con adeguati strumenti cognitivi; avventurandosi in tale territorio inesplorato, essa, a poco a poco, si svela e si rivela nei suoi aspetti, nei suoi momenti, nei suoi “numeri”. Espandendo la conoscenza, cresce anche la consapevolezza che tale realtà resterà in larga parte sconosciuta e, forse, inconoscibile, tanto repentino è il suo mutare al volgere degli eventi. La proposta didattica sottesa a questo volume vuole essere sfidante per il lettore: concetti e nozioni sono espressi – si auspica – con la chiarezza e la linearità di un testo divulgativo; eppure, volutamente si è scelto di lasciare sospeso qualche interrogativo, cosicché lo studente abbia il piacere di scoprirsi studioso. Le origini dell’azienda, il focus sull’impresa che ne stigmatizza i tratti più noti e ricorrenti, l’analisi della dinamica gestionale, la determinazione delle quantità che ne sintetizzano l’essere e il divenire: questo il ricco menu per nutrire la mente vivace di chi voglia riflettere e non memorizzare, poiché imparare serve a poco se non si apprende, cioè se non si trattiene dentro di sé il senso profondo, personale, intimo del sapere. [dalla prefazione]
15

Economia aziendale. Teorie e strumenti contabili

Broglia Angela; Corsi Corrado; Mion Giorgio
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto ECONOMIA
Il conto è uno strumento di conoscenza mediante il quale si rappresenta la realtà aziendale, dell' impressa in particolare; è un veicolo che trasporta numeri dietro ai quali ci sono decisioni e azioni tese alla realizzazione di un progetto generativo di valore. Gli strumenti contabili e le teorie che li vivificano sono il tema precipuo del presente lavoro che si prefigge l'obiettivo di trasmettere la conoscenza contabile che è sintesi rappresentativa di una realtà complessa qual è quella dell impressa mediante la quale essa si disvela e parla con il linguaggio dei numeri. [Dalla prefazione]
16

Spiegazioni di diritto processuale civile. Estratto

Consolo Claudio
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
La materia di cui ora iniziamo a occuparci si chiama diritto processuale civile e non più procedura civile; Mentre, con riguardo la disciplina processual penalistica, per certi aspetti cugina, è tuttora d'uso a sei più frequente la dizione procedura penale, il luogo di quella, solo di recente riconosciuta tale virgola di diritto processuale penale. Lo stesso Chioveda tenne a questo mutamento di nome, ed in effetti non è solo una questione terminologica. Vi è davvero stata, storicamente e nella stessa quotidianità operativa una certa differenza di impostazione relativamente alle due materie processualistiche. [Dal capitolo uno]
17

Istituzioni di diritto privato

Nivarra Luca; Ricciuto Vincenzo; Scognamiglio Claudio
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
L'insegnamento delle istituzioni di diritto privato ha mantenuto, negli anni il suo tradizionale compito di iniziare le matricole allo studio del diritto in generale: compito delicatissimo, giacché non si esaurisce nella trasmissione di un bagaglio più o meno ampio di nozioni dovendo mirare, piuttosto, al radicamento di quella forma mentis che costituisce l'abito intellettuale del giurista in quanto depositaria di un sapere dei caratteri del tutto peculiari. Tuttavia è indubbio che assolvere a quel compito, mai agevole, è divenuto oggi particolarmente arduo. Per un verso, la materia ha conosciuto un processo di ulteriore dilatazione riconducibile ora fenomeni di ordine politico istituzionali, ora a fenomeni di tipo culturale. [Dalla presentazione]
18

Confisca ante delictum e il principio di proporzione (La)

Di Lello Finuoli, Marina
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
La monografia si propone di contribuire al dibattito scientifico sull'attuale espansione della confisca ante delictum e sostiene l'esigenza di ripensarne lo spettro d'intervento in senso contenitivo. Muovendo dalle origini del 'diritto della prevenzione' e dall'impegno ermeneutico alla tipizzazione delle fattispecie di pericolosità, lo studio si sofferma sulle riforme più recenti che hanno interessato il c.d. codice antimafia, mettendosi in dialogo con gli apporti 'correttivi' della giurisprudenza di legittimità e con le posizioni dottrinali sulla natura giuridica della confisca di prevenzione. All'analisi della disciplina vigente si congiunge una lettura dell'istituto alla luce del principio di proporzione. Nello specifico, l'Autrice si interroga sulla conformità della misura ablatoria rispetto alla c.d. proporzione in senso stretto, valutandone la ragionevolezza sulla base dei presupposti fattuali che ne autorizzano l'impiego e di altre sanzioni affini, disposte per fenomeni di uguale gravità. Anche la c.d. proporzione in senso ampio (idoneità, necessarietà e adeguatezza) viene indagata, approfondendo il rapporto tra la 'limitazione della proprietà' (an, quomodo e quantum dell'apprensione reale) e il soddisfacimento dell'interesse generale, di 'lotta' alla criminalità e alla circolazione dei capitali illeciti. Il testo si completa con uno sguardo alla legislazione europea in materia di congelamento e confisca dei proventi di reato, nonché alla disciplina delle confische allargate di taluni ordinamenti stranieri e a soluzioni alternative all'apprensione patrimoniale previste dall'ordinamento nazionale (amministrazione e controllo giudiziario), quali esemplificazioni di convincenti attuazioni del principio di proporzione.
19

Espropriazione per pubblica utilità e i provvedimenti ablatori (L')

Azzena Luisa
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
L’espropriazione per pubblica utilità, per la sua immanenza al diritto di proprietà e alla sua stessa concezione, costituisce da sempre uno specchio dell’evoluzione, non solo giuridica, ma anche economica, sociale, politica dell’ordinamento. È istituto nel quale confluiscono le esigenze mutevoli, i valori diversi di ogni momento storico; in esso si esprime la sintesi tra le varie tensioni, riconducibili, in definitiva, con qualche approssimazione, ad una sola: quella della perenne ricerca di un equilibrio tra l’interesse della collettività e quello del privato proprietario. Concetto enunciato a chiare lettere in Costituzione: della proprietà la legge “determina i modi di acquisto, di godimento e i limiti allo scopo di assicurarne la funzione sociale”, ammettendone l’espropriazione “per motivi di interesse generale”. Non diversamente, lo Statuto albertino prevedeva che la proprietà dovesse essere ceduta quando “l’interesse pubblico legalmente accertato”, lo esigesse. L’interesse per l’espropriazione è perciò sempre attuale e, si potrebbe dire, “trascendente”, andando oltre quello per l’istituto in sé, involvendo quello per l’ordinamento giuridico e per la realtà sociale nel quale si colloca. Quella dell’istituto è la storia stessa dell’idea di Stato e della forma da questo assunta, quali sono andate sviluppandosi nell’esperienza dell’ordinamento italiano. Del quale, sin dall’unificazione del Regno, l’espropriazione ha sempre significativamente riflesso i caratteri, nell’evoluzione dello stato liberale così come nell’affermazione dello stato sociale e nelle vicende della sua attuazione, nonché in quelle, più recenti, dell’integrazione sovranazionale europea. [Dalla presentazione]
20

«Competition law enforcement in digital markets». Digital markets and competition law. Interdisciplinary project for European judges

Falce V. (cur.)
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Key structuring elements of today’s digital econ-omy are digital markets and services (i.e., the Digital Markets Act and the Digital Services Act) leading to a new season in the area of innovation policies. It is the season of the centralization of governance and enforcement powers in the hands of the European Commission, through which the European Union sets direction and speed. The direction looks forward to empowering the protagonists of the digital ecosystem and properly running the markets. The keywords of the new policies are indeed fairness, openness, and non-discrimination. The speed is the one recognized by innovation: from rigid and static obligations and prohibitions, the European commission proposed flexible and dynamic guidance, responding to market developments and requests from Member States, which recommend proposals for modernization, revision and introduction of new rules. This season does not come as a surprise, as it was expected by some commentators, and considered unavoidable for others. As a matter of fact, it cyclically reappears in the crucial stages of the integration process of the internal market, whereby the need for European convergence is conflicting with the natural evolution of national policies. The same occurred in the case of the promotion of fundamental freedoms, the liberalization of services and their privatization, and again in banking and financial sector, in terms of stability requirements. We have been witnessing the same now in European commission’s data strategy, as from a legal-economic and – above all – geopolitical perspective, establishing the European model and framework for data consequently shaping national strategic lines cannot be postponed, nor the opportunity to “export” the EU strategy and succeed asan international reference can be missed.
21

Pubblico dominio nella società della conoscenza (Il)

Ciani Sciolla Jacopo
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
La rivoluzione digitale ha portato alla nascita di un modello economico in cui i dati e la conoscenza si attestano come la più promettente risorsa dell’era postindustriale. Nel concetto di conoscenza è insito un conflitto di fondo. Da un lato, l’interesse privato a capitalizzarne il valore, che rende strategica la proprietà intellettuale come forma di controllo del sapere. Dall’altro, l’interesse generale a riservare al pubblico dominio – ovvero alla libera fruizione collettiva – una parte sostanziale del capitale intellettuale, semantico e culturale. L’economia di rete, fondata sulla condivisione di conoscenza, soffre oggi un gap di contenuti in pubblico dominio. Appena il 10% del patrimonio culturale europeo è digitalizzato e meno della metà è accessibile in rete e disponibile per il riutilizzo. A risponderne è in primo luogo il diritto che stenta a riconoscere tutela alle istanze di accesso aperto ai beni comuni. La presente monografia indaga le varie branche del diritto che contribuiscono a restringere il perimetro del pubblico dominio: dal diritto d’autore, alla tutela dei dati personali, dal codice dei beni culturali, alla proposta di Data Governance Act. Conclude, infine, che nell’equo bilanciamento tra gli interessi in conflitto, ogni consociato vanta un diritto soggettivo alla libera utilizzazione dei beni immateriali che compongono il pubblico dominio: un “diritto al pubblico dominio”.
22

Poteri ispettivi dell'amministrazione europea (I)

De Bellis, Maurizio
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
L’amministrazione europea esercita poteri ispettivi in una varietà di settori: ai poteri attribuiti da lungo tempo alla Commissione per la tutela della concorrenza, si sono affiancati quelli assegnati alla Banca centrale europea (Bce) per il settore bancario, alle agenzie europee competenti in materia finanziaria (Esma), per la sicurezza del trasporto aereo (Easa) e per la pesca (Efca), nonché all’Ufficio europeo per la lotta antifrode (Olaf). I poteri di ispezione, implicando l’accesso a luoghi generalmente sottratti al pubblico e l’acquisizione di informazioni e di documenti, incidono in via unilaterale su diritti fondamentali degli ispezionati, quali l’inviolabilità del domicilio e la segretezza delle comunicazioni. Al centro dell’indagine vi è il problema del controllo sull’esercizio dei poteri ispettivi e della tutela dei diritti dei privati sottoposti ad ispezione da parte dell’amministrazione europea. A tale questione si collegano gli interrogativi relativi all’inquadramento teorico dei poteri ispettivi e all’influenza del fenomeno in esame sullo stesso sviluppo dei tratti caratterizzanti del diritto amministrativo europeo.
23

Business@heart. User-friendly guide to business english for italian students

Basta, Laura M. ; Maddick, Karen L.;Malaffo, Elena
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto LINGUISTICA
Business@heart è un manuale di inglese per italofoni dedicato al mondo degli affari e delle scienze economiche. Si articola in nove unità, organizzate con un testo introduttivo e ampie sezioni di esercizi ed attività utili allo sviluppo delle fondamentali competenze linguistiche: studio e consolidamento del lessico di settore, rafforzamento delle strutture grammaticali di base, traduzione di testi realistici da una lingua all’altra, elaborazione di documenti scritti e di corrispondenza commerciale. Ogni unità si conclude con una serie di schede grammaticali riepilogative d’appoggio allo studio in autonomia.
24

Fides quærens actionem. La norma missionis come criterio ermeneutico dei rapporti tra teologia e diritto canonico

Rea, Francesco Salvatore
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Il tema dei rapporti tra Teologia e Diritto canonico può sembrare di scarso interesse nell’attualità, a differenza di quello che accadeva quando iniziarono ad affacciarsi nella canonistica – soprattutto quella coeva al Concilio Vaticano II – i primi meritevoli tentativi di proposta sistematica, dando luogo alle conosciute diversità di impostazioni tra gli autori ed alle loro corrispondenti scuole di pensiero. La riforma degli studi di diritto canonico promulgata dalla Congregazione per l’Educazione Cattolica con il decreto Novo Codice inserì l’insegnamento della Teologia del Diritto canonico come materia obbligatoria, senza che questa significativa circostanza abbia favorito un vero progresso nel dialogo tra le diverse correnti, né abbia suscitato tra gli studiosi una sufficiente dedizione a questa specifica dimensione della scienza canonistica. Rappresenta un’eccezione l’orientamento promosso nella facoltà di diritto canonico dell’Institutum Utriusque Iuris della Pontificia Università Lateranense, dove, elevando alla categoria di cattedra la Teologia del Diritto canonico, è stato possibile avviare una ricca riflessione, sia da parte del docente titolare, sia anche da parte di un buon numero di professori (anche di materie relative ai vari settori del diritto positivo) e persino di studenti. Di detta riflessione sono buona manifestazione, oltre alle pubblicazioni dei singoli, le giornate canonistiche annuali, disegnate in una prospettiva di studio interdisciplinare, specialmente sull’asse dei rapporti tra teologia e diritto canonico, insieme all’altro asse imprescindibile dei rapporti tra diritto canonico e diritti secolari. [Dalla prefazione]
25

Lineamenti diritto privato. Estratto

Gabrielli, Enrico
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Contributi di: Barba Angelo; Carusi Donato; Rescigno Pietro; Pagliantini Stefano; Gabrielli Enrico; Vettori Giuseppe; Amagliani Roberto; Minervini Enrico; Lobuono Michele; Gorassini Attilio; De Nova Giorgio; Orestano Andrea; D'Adda Alessandro; Delfini Francesco; Federico Angelo; D'Amico Giovanni; Pennasilico Mauro; Gigliotti Fulvio; Sicchiero Gianluca; Urbani Alberto.
26

Indagine sulla contrattazione collettiva dell'edilizia e sulle relative istituzioni paritetiche

Faioli, Michele
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZA E TECNOLOGIA
Sottoreparto TECNOLOGIA e SCIENZE APPLICATE
Il libro raccoglie gli esiti dell’indagine scientifica sulla contrattazione collettiva nell’edilizia e sulle relative istituzioni paritetiche che è stata svolta da Michele Faioli nell’ambito del progetto di ricerca OPERE (Osservatorio Permanente di Regolarità Contrattuale e Contributiva) promosso da CNCE. È un’indagine che prova a collegare nel medesimo quadro teorico le criticità che riguardano la sovrapposizione tra contratti collettivi che insistono sul medesimo settore produttivo, gli aspetti che attengono alla qualità delle tutele contrattuali, tenendo in considerazione le figure professionali che intersecano tali contratti collettivi individuati, nonché i profili protettivi e contributivi relativi al sistema Casse Edili e Edilcassa. La metodologia di ricerca assegna ai dati e alla conoscenza della realtà effettiva che si può avere mediante tali dati la funzione, da una parte, di rilevare la complessità del fenomeno studiato e, dall’altra, di permettere una più attenta elaborazione delle conseguenti riflessioni giuridiche.
27

Biogiuridica. Teorie, questioni, analisi

Palazzani, Laura
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZA E TECNOLOGIA
Sottoreparto SCIENZE NATURALI
Quali sono i problemi etici emergenti nell'ambito delle nuove tecnologie all'inizio e alla fine della vita umana? Quali le regole? Come interpretarle ed applicarle? Il volume cerca di rispondere a questi interrogativi, partendo dall'analisi delle principali teorie etiche in bioetica e dei modelli biogiuridici, per delineare in modo sistematico il quadro concettuale, i principi e le categorie di riferimento indispensabili per comprendere le singole questioni oggi al centro della discussione e le modalità con cui sono regolate. L'ultima parte è dedicata ad un'analisi critica biogiuridica delle norme: la legge 40/2004 sulla procreazione medicalmente assistita; la legge 219/2017 sul consenso informato e le disposizioni anticipate di trattamento; la sentenza n. 242 sul suicidio assistito della Corte costituzionale. L'obiettivo del volume è quello di consentire al lettore di acquisire una consapevolezza critica della discussione oggi sui temi centrali della biogiuridica all'inizio e alla fine della vita umana.
28

Lineamenti di diritto pubblico per i servizi sociali e sanitari

Bin, Roberto ; Pitruzzella, Giovanni;Donati, Daniele
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Questo testo vuole offrire gli elementi fondamentali del diritto pubblico italiano e le nozioni specialistiche relative al sistema dei servizi alla persona. È rivolto agli iscritti ai molti corsi universitari che richiedono una buona conoscenza sia del contesto istituzionale e amministrativo generale sia dell'ordinamento del settore socio-sanitario; e può essere un buon supporto anche per chi affronta i concorsi pubblici. La quarta edizione, chiusa nell'agosto 2021, tiene conto di tutto ciò che è successo negli ultimi tempi in Italia.
29

Small marketing

Monge Filippo
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto ECONOMIA
Il volume raccoglie, nel testo in parte rielaborato ad uso degli Studenti del corso di Diritto civile, una serie di scritti, di lezioni e seminari - nell'ideale dialogo tra l'esperienza giuridica domestica, le codificazioni di civil law americane (Argentina e Québec) e il common law nordamericano - sulla autonomia privata nella negoziazione paritetica del contenuto del contratto, nonché sul controllo della predisposizione unilaterale del contenuto negoziale nei contratti standard per adesione.
30

Lezioni di diritto penale. Parte speciale. Delitti contro la persona, delitti contro la pubblica amministrazione, delitti contro l'amministrazione della giustizia

Cingari, Francesco ; Papa, Michele;Vallini, Antonio <1973- >
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Le lezioni raccolte in questo volume hanno ad oggetto una selezione mirata di fattispecie incriminatrici. Esse riguardano i reati contro la persona, la pubblica amministrazione e l’amministrazione della giustizia. Consapevoli dei limiti quantitativi che, per varie ragioni, caratterizzano i programmi universitari di “Diritto penale II”, abbiamo cercato di conciliare una visione panoramica abbastanza ampia della parte speciale con un adeguato approfondimento di ciascun reato. Il libro, ci preme sottolinearlo, va comunque calato nel contesto di una formazione integrata con le lezioni frontali. Come tutti sappiamo, la didattica, anche universitaria, ha vissuto, durante la pandemia, tempi molto difficili. Tra sofferenze e problemi, sono tuttavia emerse, grazie agli strumenti informatici di comunicazione a distanza, anche tante interessanti sperimentazioni. Nessuno, oggi, è in grado di valutare in che misura si tratti di accelerazioni del futuro o di espedienti emergenziali destinati ad essere archiviati nel mondo dei ricordi. Le direzioni verso cui evolverà la didattica frontale condizioneranno certamente l’impostazione e contenuti che queste nostre Lezioni prenderanno negli anni a venire. [Dalla prefazione]
31

Corpo delle donne. La condizione giuridica femminile (1946-2021) (Il)

Valenti V. (cur.); Torretta P. (cur.)
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
E' sul corpo delle donne che si decide punto sulla loro capacità di autodeterminazione punto a decidere sempre altri, molto spesso uomini punto da questo dato di fatto, così marcatamente predefinito, prende le mosse il cammino verso la libertà delle donne italiane punto e il suffragio universale è uno dei capisaldi di questo cammino, una pietra miliare voluta e conquistata dalle donne: un punto di partenza che ha significato un percorso, certamente irto di ostacoli, proiettato verso la libertà, l'autodeterminazione, l'indipendenza.[Dalla prefazione]
32

Manuale delle misure di prevenzione. Profili sostanziali

Basile, Fabio
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Le misure di prevenzione, soprattutto negli ultimi anni, hanno acquisito notevole rilevanza nella prassi, e meritano quindi di essere conosciute e studiate con grande attenzione, anche al fine di addivenire ad una loro applicazione corretta e coerente con i principi della Costituzione e della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo.
33

Organizzazione dell'impresa di servizi. Testo, casi ed esempi (L')

Golzio, Luigi Enrico
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto ECONOMIA
L'organizzazione dell'impresa di servizi è significativamente distinta e peculiare rispetto a quella dell'impresa manifatturiera. I due capitoli iniziali del testo sono dedicati al concetto di servizio e al suo sistema di gestione. I restanti quattro trattano la gestione delle risorse umane e, in prevalenza, la progettazione delle forme organizzative interne e a rete. I concetti teorici sono integrati da esempi tratti dalla realtà empirica e da una ampia raccolta di casi di organizzazione dei servizi, in maggioranza frutto della pratica professionale dell'autore. Il testo è concepito per l'uso didattico, accentuato nella seconda edizione, nei corsi universitari di organizzazione aziendale delle lauree triennale e magistrale, e in quelli post universitari per la sua flessibilità di impiego.
34

Minoranze religiose nel diritto italiano ed europeo. Esperienze del passato e problematiche contemporanee (Le)

Tira A. (cur.); Edigati D. (cur.)
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Quali sono, oggi, gli strumenti di diritto interno e sovranazionale di cui gli ordinamenti democratici dispongono per tutelare e disciplinare le minoranze religiose? E come si possono adattare, tali strumenti, al mutare delle società in cui operano? L’esigenza di riflettere su questi temi è acuita da un pluralismo religioso che, sempre più spesso, si traduce nel venire a contatto non solo di religioni, ma anche di culture e modelli sociali diversi. Affinché la ricerca di soluzioni non si riduca a un esercizio di critica normativa, è parso essenziale sottolineare anche lo spessore storico della problematica, dedicando specifiche indagini alle modalità con cui, in epoche diverse, è stata affrontata la questione delle minoranze religiose. I contributi sono di Francesco Alicino, Antonio Banfi, Orazio Condorelli, Daniele Edigati, Daniele Ferrari, Silvio Ferrari, Roberta Medda-Windischer, Francesca Oliosi, Alessandro Tira, Marcello Toscano, Andrea Zanotti.
35

Ordine simbolico della legge e il problema del metodo (L')

Ciaramelli, Fabio
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Alla versione scientifico-sistematica d’un metodo giuridico preventivo – contemporaneo del paleo-positivismo giuridico, all’apice nello Stato legislativo di diritto – questo libro contrappone l’accezione critico-riflessiva dell’istanza metodologica, connessa all’esigenza, insopprimibile nelle odierne democrazie costituzionali, della giustificazione pubblica della legalità istituita. In tal modo, la dimensione necessariamente retrospettiva della metodologia giuridica consente di ravvisare nella controllabilità delle prestazioni giuridiche la garanzia della loro legittimità.
36

Diritto internazionale dei conflitti armati

Ronzitti Natalino
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Il diritto internazionale tradizionale era ripartito in due branche distinte: diritto internazionale di pace e diritto internazionale bellico. Il primo disciplinava le relazioni tra Stati in assenza di un conflitto armato. Il secondo veniva applicato una volta che il conflitto armato avesse inizio e per tutta la durata delle ostilità. Il diritto internazionale bellico disciplinava sia i rapporti tra i contendenti sia i rapporti tra questi e i terzi Stati. In questo secondo caso, la disciplina era una parte separata del diritto internazionale bellico e veniva denominata diritto della neutralità. Il diritto di ricorrere alla forza armata (ius ad bellum) veniva considerato come parte del diritto internazionale di pace, mentre il diritto relativo alla disciplina delle ostilità tra belligeranti e delle relazioni tra questi e terzi Stati (ius in bello) faceva parte delle trattazioni di diritto internazionale bellico. L’entrata in vigore della Carta delle Nazioni Unite, che ha bandito la guerra nelle relazioni internazionali, ha segnato l’inizio di un processo volto a diminuire l’importanza del diritto bellico nelle trattazioni dottrinali. L’incertezza circa l’esistenza di un vero e proprio stato di guerra una volta che fossero scoppiate le ostilità, ha indotto a trattare il diritto bellico nel quadro del diritto internazionale di pace, spesso in una parte separata dedicata al diritto dei conflitti armati.
37

Migranti sui sentieri del diritto. Profili socio-criminologici, giuslavoristici, penali e processualpenalistici (I)

Curi Francesca; Martelloni Federico; Sbraccia Alvise
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Per afferrare le molte sfaccettature del fenomeno migratorio, il volume adotta una prospettiva multidisciplinare, combinando lo sguardo socio-criminologico con l'analisi giuridica, dedicata alle diverse interazioni vissute dai migranti in rapporto al territorio, al lavoro, alla sfera penale e al processo. Prefazione di Mario Savino.
38

Giudice civile e la nullità del matrimonio canonico trascritto (Il)

Marchei Natascia
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Le rilevanti novità giurisprudenziali che hanno interessato, negli ultimi anni, il riconoscimento agli effetti civili delle sentenze canoniche di nullità matrimoniale rendono necessario ritornare sul tema dei contorni della giurisdizione dello Stato sul matrimonio canonico trascritto. Da qui la decisione di aggiornare e ampliare il lavoro del 2013, ormai datato, e di modificarne leggermente anche il titolo originario (La giurisdizione dello Stato sul matrimonio “concordatario” tra legge e giudice) al fine di dare rilievo al ruolo centrale e sempre più creativo assunto dal giudice civile in materia. Peraltro, l’incisiva metamorfosi subita negli ultimi novanta anni dall’istituto del matrimonio c. d. «concordatario» merita di essere ulteriormente indagata, in quanto rivelatrice del mutevole atteggiamento del giudice e del legislatore nei confronti della Chiesa cattolica. Più precisamente, il lungo percorso, segnato da sparuti interventi legislativi e da una ricca e quantomeno variegata giurisprudenza costituzionale e di legittimità, rivela con particolare chiarezza, per un verso, le tappe che hanno segnato l’evoluzione dei rapporti tra lo Stato italiano e la Chiesa cattolica e, per altro verso, i sostanziali mutamenti dell’ordinamento interno allo Stato e della sua, sempre più evanescente, politica ecclesiastica sospesa tra irragionevoli privilegi e aprioristiche chiusure immotivate. L’idoneità di questo istituto ad assurgere al ruolo di «cartina al tornasole» dei rapporti tra lo Stato e la Chiesa cattolica in Italia si giustifica se si tiene presente la centralità che esso aveva assunto nel percorso che ha condotto alla Conciliazione. Più precisamente, è indiscusso, che la nascita del matrimonio c.d. «concordatario» abbia rappresentato un tassello irrinunciabile e non negoziabile della Conciliazione tra lo Stato e la Chiesa nel 1929. [Dalla premessa]
39

Accordi preferenziali di nuova generazione dell'Unione europea (Gli)

[Adinolfi G. (cur.)]
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
La crisi del regime multilaterale facente capo all'organizzazione mondiale del commercio e la revisione delle norme del trattato di Roma sulla politica commerciale comune deriva dall'entrata in vigore del trattato di Lisbona del 2007 sono all'origine di una evoluzione della strategia commerciale dell'unione europea punto si dalla pubblicazione della comunicazione Europa globale del 2006, la commissione europea ha infatti posto l'accento sulla necessità di negoziare e concludere accordi preferenziali volti a promuovere la penetrazione delle imprese localizzate nel territorio dell'unione nei mercati internazionali e così favorirne le esportazioni e la loro partecipazione alle c.d. catene del valore globale, indispensabile per rafforzare la crescita economica e la creazione di nuovi posti di lavoro.
40

Esercizi di matematica finanziaria

Giacometti Rosella; Epis Cristian
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZA E TECNOLOGIA
Sottoreparto SCIENZE ESATTE
In modo forse ancora più marcato di quanto già non accada per altre materie economico-finanziarie, i concetti della matematica finanziaria richiedono lo svolgimento del maggior numero possibile di esercizi in grado, da un lato, di consolidare nozioni apprese a livello teorico e, dall'altro, di mostrare come la matematica finanziaria abbia continue implicazioni nella vita di tutti i giorni. L'eserciziario in questa nuova versione, rivisitato e ampliato, offre esercizi su tutti i principali temi di un corso di matematica finanziaria classica (nozioni elementari, regimi finanziari, tassi equivalenti/tassi medi, valore di un'operazione finanziaria, rendite, ammortamenti, criteri di scelta tra operazioni finanziarie) e le nozioni base della matematica attuariale. Con l'intento di guidare lo studente in un percorso di miglioramento dell'apprendimento, ogni capitolo si articola in tre sezioni: la prima contenente un richiamo alle "Nozioni teoriche", la seconda con "Esercizi risolti" e la terza con "Esercizi da risolvere".

Pubblicato in DATI il 25/11/2021

Tags: