Speciale manuali universitari

Tendenzialmente in vetrina non vengono inseriti i manuali molto specializzati/universitari che arrivano alla nostra redazione. Per dar loro risalto, avendo Leggere anche numerose biblioteche universitarie tra i propri clienti, abbiamo deciso di pubblicare delle bibliografie mensili contenti alcuni dei manuali passati per la redazione nel mese di febbraio e non selezionati per la vetrina.

Trovi altri titoli nella bibliografia accessibile sul nostro sito

1

Study on the application of the Charter of Fundamental Rights of European Union in civil and administrative jurisdiction. The fight against terrorism (A)

[Pisapia A. (cur.)]
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Lawyer4rights is a european project, funded by the European Union within the framework of the justice programme, created and developed bu a consortium composed by the Bulgarian Lawyers for Human Rights Foundation, Italian Association of Lawers (Associazione nazionale Forense, ANF), the Milan Bar Association, the Italian Federation of Liberal Professions (Fondazione Confprofessionisti), the University of Burgos (Spain) and the General council of Spanish Lawyers (Consejo General de la Abogacia Espanola). The study aims at analyzing the role of the Charter of Fundamental Rights of the European Union facing emerging challenges such as migration.Nowday it is evident that lawers can play a relevant social role in the spplication of international legislative instrument to protect the fundamental rights. Consequently the main scope of this project was to implement a program of training for legal ppractitioners with seminars, on-line trainings and written materials in order to strengthen the protection of fundamental rights.
2

Study on the application of the Charter of Fundamental Rights of European Union in civil and administrative jurisdiction. The right of family reunification (A)

[Pisapia (cur.)]
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Lawyer4rights is a european project, funded by the European Union within the framework of the justice programme, created and developed bu a consortium composed by the Bulgarian Lawyers for Human Rights Foundation, Italian Association of Lawers (Associazione nazionale Forense, ANF), the Milan Bar Association, the Italian Federation of Liberal Professions (Fondazione Confprofessionisti), the University of Burgos (Spain) and the General council of Spanish Lawyers (Consejo General de la Abogacia Espanola). The study aims at analyzing the role of the Charter of Fundamental Rights of the European Union facing emerging challenges such as migration.Nowday it is evident that lawers can play a relevant social role in the spplication of international legislative instrument to protect the fundamental rights. Consequently the main scope of this project was to implement a program of training for legal ppractitioners with seminars, on-line trainings and written materials in order to strengthen the protection of fundamental rights.
3

Valore del precedente e il carattere vincolante delle pronunce delle Sezioni Unite (Il)

Reccia, Eliana
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Il presente lavoro si prefigge lo scopo di analizzare le difficoltà che oggi, più che mai, la giurisprudenza di legittimità incontra nell'esercizio interpretativo, in presenza di una legislazione ormai assente, quanto a chiarezza e precisione, e alla necessità di fare fronte alle quotidiane esigenze ermeneutiche, con precipuo riferimento all'utilizzo di "fonti normative alternative" di "natura giurisprudenziale". L'approfondimento avrà, in particolare, a oggetto lo specifico ambito delle sentenze emesse dalla Corte di Cassazione a Sezioni Unite e il relativo carattere vincolante nei confronti delle sezioni semplici e delle sezioni di merito, anche con riferimento all'utilizzo, ormai nella prassi sedimentato, del c.d. "precedente giudiziario". In un'ottica de lege ferenda, poi, si cercherà di prospettare soluzioni tese a sintetizzare le esigenze di garanzia con la necessità di una interpretazione dinamica e pragmaticamente orientata.
4

Diritto dei beni culturali e del paesaggio

[Cabiddu M. A. (cur.); Grasso N. (cur.)]
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
«È passato molto tempo dalla precedente edizione e molti sono stati i cambiamenti anche nel campo che a noi interessa, sia sul piano strettamente tecnico (normativo, giurisprudenziale fino alle prassi amministrative) che su quello della consapevolezza circa la rilevanza del patrimonio e degli interessi la cui disciplina è oggetto di questo manuale. Basti pensare, da un lato, agli sviluppi riguardanti la valorizzazione e gestione dei beni e dei luoghi (a iniziare dai musei) che li contengono, all'intensificarsi del ruolo dei privati e agli interventi volti a favorire il mecenatismo, anche attraverso il ricorso alla leva fiscale e, dall'altro, alla diffusa penetrazione nel comune sentire del principio costituzionale che lega la tutela del patrimonio e del paesaggio allo sviluppo culturale, economico e sociale del Paese. Anche noi, nel frattempo, siamo cambiati - come testimonia anche la diversa, almeno in parte, compagine autoriale - e questo potrebbe non interessare i lettori se non fosse per i riflessi che approcci e sensibilità differenti possono comportare anche nella trattazione della materia. Tutto ciò per dire che il lettore troverà più che una nuova edizione un testo del tutto nuovo, che abbiamo voluto aprire con un capitolo dedicato al diritto alla bellezza, perché i manuali servono a seminare nozioni ma anche - e soprattutto - idee: con l'auspicio che il lettore le coltivi e le faccia crescere(...)» (dalla Premessa alla terza edizione)
5

Esercizi di elettrotecnica. Soluzione guidata e commentata

Barmada, Sami
Editore: Pisa university press
Reparto SCIENZA E TECNOLOGIA
Sottoreparto TECNOLOGIA e SCIENZE APPLICATE
Il presente testo costituisce un supporto didattico allo studio dell'Elettrotecnica attraverso la soluzione guidata di un elevato numero di esercizi. L'elettrotecnica è una disciplina di base insegnata nella maggioranza dei corsi di Laurea in Ingegneria ed introduce spesso concetti nuovi, peraltro utilizzati anche in discipline diverse da quelle strettamente legate al settore elettrico. Esistono molti libri di testo estremamente validi, alcuni di essi corredati da un elevato numero di esercizi su cui gli studenti possono esercitarsi. Tuttavia, in molti di questi casi, la soluzione degli esercizi è riportata solo attraverso il valore numerico della grandezza richiesta e gli esercizi stessi sono di difficoltà mediamente bassa. Al contrario, gli esercizi proposti in questo testo sono di media difficoltà e sono risolti indicando le motivazioni delle scelte effettuate per la risoluzione stessa; in questo modo lo studente può riflettere sui concetti appresi ed, eventualmente, risolvere il problema con un approccio distinto confrontando poi i risultati numerici ottenuti. Di conseguenza lo studente acquisisce esperienza con le diverse tecniche risolutive rinforzando i concetti appresi dallo studio della materia.
6

Sicurezza e resilienza delle infrastrutture

Losa M. (cur.); Leandri P. (cur.)
Editore: Pisa university press
Reparto SCIENZA E TECNOLOGIA
Sottoreparto TECNOLOGIA e SCIENZE APPLICATE
Il volume riporta un'estesa ricerca bibliografica sulla resilienza delle infrastrutture di trasporto ad eventi di carattere eccezionale. Dall'analisi della bibliografia emerge chiaramente la complessità del problema e le difficoltà ad individuare un metodo univoco per analizzarlo e gestirlo; trattandosi di problematiche connesse alla vulnerabilità delle infrastrutture di trasporto, è necessario uno sforzo globale per contenere a monte le minacce che possono perturbarne il regolare esercizio. Per garantire la funzionalità delle infrastrutture di trasporto anche in presenza di eventi estremi, seppure con requisiti minori di qualità, sicurezza e affidabilità, è necessario che si pensi ad una nuova strategia di sviluppo a lungo termine, che si integri con la capacità tecnica di costruire infrastrutture che possano resistere meglio agli eventi catastrofici.
7

Diritto penale. Lineamenti di parte speciale

Bartoli Roberto; Pelissero Marco; Seminara Sergio
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
In linea generale, tutti i reati offendono la persona, giacché anche quelli posti a presidio di beni istituzionali come lo Stato, la pubblica amministrazione e l’amministrazione della giustizia (si tratta degli artt. 241-401) risultano mirati a una tutela almeno mediata della persona, assunta come punto di riferimento finale 1. Nella prospettiva delineata, dunque, va esclusa l’esistenza di reati che, direttamente o indirettamente, non provvedono a proteggerediritti o interessi dei consociati, considerati individualmente o nelle formazioni o gruppi in cui essi agiscono. Questa visione antropocentrica rappresenta una conquista del pensiero penalistico liberale recepito, sotto l’egida della Carta costituzionale, nell’Italia repubblicana; alla base di essa sta infatti il duplice postulato che ogni incriminazione penale tutela beni facenti capo al singolo e alle condizioni di esistenza della comunità sociale e che non sono ammissibili in ambito penale concezioni che affermano il predominio di una qualsiasi entità o istituzione sull’individuo.
8

Lezioni di storia costituzionale. Le libertà fondamentali. Le forme di governo. Le Costituzioni del Novecento

Fioravanti Maurizio
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
«Com'è noto, di libertà si può discutere fondamentalmente secondo due grandi prospettive. Per riassumere in estrema sintesi, si può dire che se ne può discutere al singolare, o al plurale. Di libertà, al singolare, discutono di norma i filosofi, sul piano etico, o anche sul piano più specificamente politico, indagando sul posto che la libertà occupa nella costruzione di un certo ordine collettivo politicamente significativo. Di libertà, al plurale, come diritti, discutono per parte loro i giuristi, indagando sul posto che le posizioni giuridiche soggettive dei cittadini occupano all'interno di un certo ordinamento positivo, ed in particolare sulle garanzie effettive che tale ordinamento è capace di offrire. È evidente che per discutere di libertà al singolare sarebbe necessario confrontarsi con una tradizione filosofica di vastissime proporzioni, e prendere così le mosse da tempi storici assai remoti, per giungere poi al giusnaturalismo moderno, ed infine quanto meno alle dottrine liberali ottocentesche ed alle diverse correnti della filosofia politica del nostro secolo. Non è certo questa la nostra intenzione. D'altra parte, una semplice storia della dogmatica giuridica delle libertà, che ha il suo inizio - come vedremo - nella seconda metà del XIX secolo, appare, dal nostro punto di vista, troppo stretta, troppo poco significativa. Non di rado, infatti, nelle trattazioni specialistiche dei giuristi ciò che va perduto è il fatto che le libertà non sono mai il risultato automatico dei meccanismi di garanzia formalmente previsti dall'ordinamento, anche quando questi sono fissati prescrittivamente al massimo livello, nella Costituzione. Ognuno di tali meccanismi - pensiamo alla rigidità costituzionale ed al controllo di costituzionalità, o anche alle norme che regolano il delicato momento del processo - vive infatti in un determinato contesto storico-sociale e storico-politico, che condiziona in modo decisivo la sua effettività pratica (...)» (dalla Premessa)
9

Attività delle banche: operazioni e servizi (L')

Proto A. (cur.)
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Il libro esamina l'attività delle banche nella prospettiva delle relazioni con il mercato, attraverso l'analisi delle operazioni e dei servizi offerti alla clientela. Oltre alle operazioni di finanziamento e di raccolta e ai servizi di pagamento, sono illustrati i servizi di investimento e i servizi assicurativi, due aree di business in cui le banche operano con sempre maggiore intensità e che sono il risultato di una strategia di diversificazione produttiva. Sono inoltre trattati tre temi di particolare rilevanza per l'attività delle banche e propedeutici all'analisi delle operazioni e dei servizi: la trasparenza nei rapporti con la clientela, il conto corrente bancario e il processo di affidamento della clientela. Il libro è destinato agli studenti dei corsi di laurea in Economia aziendale ed Economia e commercio, ma si rivolge anche a tutti coloro che intrattengono rapporti con le banche (consumatori, professionisti e imprese) e vogliono acquisire conoscenze utili per un'efficace ed efficiente gestione di tali rapporti.
10

contratti dell'impresa. Vol. 1 (I)

Monticelli Salvatore; Porcelli Giacomo
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
L’opera tratta delle più diffuse fattispecie contrattuali – tipiche ed atipiche – che caratterizzano l’attività d’impresa, con la ricostruzione della disciplina applicabile ed approfondimenti relativi alle questioni maggiormente dibattute e controverse emergenti nella prassi delle negoziazioni, anche alla luce dei più recenti arresti giurisprudenziali. Il criterio seguito per raggruppare i vari contratti in distinte macrocategorie è generalmente fondato sulla individuazione della funzione economica ad essi comune. Per determinati comparti di mercato (ad esempio: informatico, agroalimentare) la trattazione premette alla ricostruzione delle principali figure negoziali utilizzate dalla prassi un inquadramento generale delle peculiarità normative del settore con riferimento all’ambito contrattuale. Infine, in ragione della rilevanza che ha assunto l’autonomia privata nella risoluzione della crisi d’impresa, vengono trattati i principali strumenti negoziali a ciò finalizzati.
11

Diritto dell'informazione e della comunicazione nell'era digitale (Il)

Papa, Anna
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Il volume analizza i rilevanti cambiamenti che l'esercizio e la tutela del diritto di espressione evidenziano negli ultimi decenni, con l'avvento della tecnologia digitale e con l'acquisizione della consapevolezza che la rete Internet, nella veste di new cominunication instrument e di new media, caratterizzi oggi, e sia destinata a farlo in modo sempre più significativo in futuro, i rapporti personali, le dinamiche sociali e politiche, oltre a rappresentare ormai da tempo un elemento fondamentale del mondo produttivo e creativo. Ciò non rappresenta una novità assoluta, dal momento che ogni nuovo strumento di comunicazione ha storicamente e profondamente trasformato la cultura e la società, modificando abitudini di vita e di comunicazione, influendo su mentalità, cultura e meccanismi sociali e politici. Tuttavia, le dimensioni dell'impatto della Rete sulla produzione di informazioni e sull'uso delle stesse sono assolutamente nuove, se si pensa che nell'ultimo decennio sono stati prodotti più dati di quanti ne siano stati generati nell'arco dell'intera storia umana conosciuta; inoltre la quasi totalità dei dati che vengono utilizzati è stata prodotta nell'ultimo biennio. Da qui la consapevolezza che le dimensioni qualitative e quantitative di questo fenomeno richiedono, soprattutto in un contesto democratico, nel quale la libertà di espressione viene unanimemente considerata la pietra angolare della democrazia, una riflessione sui cambiamenti che la Rete internet ha prodotto nella libertà di corrispondere con gli altri in modo riservato e personale, nel diritto di informare e di essere informati, nella regolamentazione dei mass media, nel bilanciamento tra le diverse situazioni giuridiche soggettive coinvolte in tali processi.
12

Financial reporting and accounting standards

[Azzali S. (cur.)]
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto ECONOMIA
Il volume Financial reporting and accounting standards, a cura di Stefano Azzali, approfondisce il tema del bilancio d’esercizio delle imprese
13

Diritto penale tributario

Basso, Ezio ; Viglione, Alessandro
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
I recenti interventi legislativi - caratterizzati dal marcato inasprimento sanzionatorio e dall'introduzione di nuove forme di ablazione patrimoniale, cui fa da singolare contraltare la previsione di nuove ipotesi di non punibilità - hanno inciso profondamente sulla materia del diritto penale tributario, ridisegnando la struttura del d.lgs. n. 74/2000 che, progressivamente, si va allontanando dall'archetipo originario. Ancora, l'auspicato superamento del limite all'imputazione dell'ente per gli illeciti penali tributari commessi nell'interesse e vantaggio della persona giuridica, attuato con l'introduzione dell'art. 25 quinquiesdecies, d.lgs. n. 231/2001, restituisce l'immagine di un legislatore intenzionato a perseguire a tutto tondo e (apparentemente) senza sconti l'offesa agli interessi erariali, attraverso il ricorso a pervasive misure di carattere patrimoniale che si affiancano a pene edittali in costante incremento. Nel delineato contesto, il volume vuole offrire una rinnovata lettura del quadro normativo di riferimento, attraverso il richiamo ai più recenti arresti giurisprudenziali ed all'opinione della migliore dottrina, serbando quel taglio pratico impresso fin dalla prima edizione dell'opera, destinata agli operatori del diritto ed agli studiosi della materia.
14

Contrasto alla pesca illegale non dichiarata e non regolamentata. Le iniziative a livello internazionale e unionale (Il)

Spera, Giuseppe
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
La pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata, meglio nota con l’acronimo inglese IUU (Illegal, Unreported and Unregulated Fishing), è un fenomeno che ha significative ripercussione non solo sulla sostenibilità delle risorse biologiche marine ma anche sull’economia del settore ittico. L’attività illegale è esercitata in tutte le acque marittime, sia in alto mare, che in quelle di competenza nazionale, e riguarda tutti gli aspetti e le fasi in cui la pesca si articola. La pesca IUU, talvolta può essere associata alla criminalità organizzata che sfrutta le amministrazioni corrotte e i regimi deboli, in particolare quelli dei Paesi in via di sviluppo privi della capacità e delle risorse per un efficace monitoraggio, controllo e sorveglianza.
15

Altra giustizia. La giurisdizione di pace. Analisi statistica della litigiosità, organizzazione e produttività (L')

Longo, Gabriele
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
16

Gruppi aziendali e bilancio consolidato in Italia

Fornaciari, Luca <1974- >
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto ECONOMIA
17

Distruzione creatrice nella distribuzione musicale. Dalla proprietà al diritto di accesso (La)

Becagli, Claudio
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto ECONOMIA
Fin dalla sua nascita l'industria discografica ha vissuto importanti cambiamenti. La sua storia si è intrecciata con quella delle più importanti e dirompenti innovazioni tecnologiche degli ultimi due secoli, come il telefono, internet e la digitalizzazione. Le etichette discografiche hanno spesso tratto vantaggio da questi mutamenti, riuscendo a mantenere e talvolta a rafforzare il loro potere economico e il controllo sull'intera filiera. La diffusione dei personal computer, di internet e la digitalizzazione dei contenuti hanno consentito lo sviluppo della pirateria musicale e hanno disegnato un contesto di difficile interpretazione da parte delle imprese del settore. Di fronte a questa incertezza, nuove imprese, provenienti da settori industriali diversi ma culturalmente più vicini ai nuovi clienti digitali, hanno offerto alle case discografiche soluzioni distributive innovative, capaci di contrastare la pirateria e di modificare profondamente il modo in cui gli utenti finali acquistano e consumano la musica. Il successo dei nuovi modelli distributivi ha favorito il rilancio del mercato discografico ma ha anche rimesso in discussione i rapporti di forza all'interno della filiera
18

contratti dell'impresa. Vol. 2 (I)

Monticelli, Salvatore ; Porcelli, Giacomo <1958- >
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Credito e finanziamento; Banca, borsa, investimento; Garanzia; Assicurazione.
19

Appunti per le lezioni. Parlamento. Presidente della Repubblica. Corte costituzionale

Azzariti, Gaetano
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
«La scelta di esaminare Parlamento, Presidente della Repubblica e Corte costituzionale, privilegiando questi organi costituzionali rispetto ad altri, ha una ragione di fondo che è opportuno esplicitare. Il dibattito pubblico - ma anche gran parte della letteratura giuridica, nonché il sentire comune - appare dominato dal tema della "governabilità". Una governabilità perduta per molteplici e concorrenti ragioni, più sociali, politiche e culturali che non giuridiche o istituzionali. Fatto è che l'avvitamento della crisi politica e l'incapacità di trovare un'effettiva stabilità ai rapporti tra i poteri di governo rischiano di travolgere l'equilibrio complessivo del sistema costituzionale. Sbilanciati nella ricerca di garantire una governabilità ad ogni costo, non ci si avvede che si rischia di travolgere quelle istituzioni che legittimano (Parlamento) e controllano (Presidente e Corte) lo stesso governo del Paese. Almeno in un ordinamento costituzionale qual è il nostro. È così che a forza di auspicare maggiori poteri per i Governi ci si è scordati di rafforzare i poteri del Parlamento, che ha invece subito un'emarginazione insopportabile e pericolosa per la conservazione degli equilibri necessari alla stabilità della nostra forma di governo parlamentare. Il punto più alto di crisi del sistema costituzionale non è attualmente rinvenibile in una scarsità di poteri governanti, bensì nella riduzione della rappresentanza politica che non riesce ad esprimersi entro l'organo della rappresentanza, finendo per minare nel profondo il fondamento democratico del sistema costituzionale...» (Dalla Premessa)
20

Guidare il cambiamento e l'innovazione. Scenari, talenti e valori

[Denicolai S. (cur.)]
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto ECONOMIA
«Il legame tra impresa e università e, quindi, tra studio e lavoro offre oltretutto un fattore chiave per il successo non solo dei singoli, ma dell'intera comunità. Si pensi solo all'ecosistema presente in California. In un contesto del genere, occorre saper 'fondere' fra loro le due fasi: la formazione, e quindi il rigore teorico, con la pragmaticità del 'saper fare', non solo nell'arco dei canonici anni di studio accademico, ma anche durante i percorsi di carriera. È proprio per questa ragione che noi di UBI Banca abbiamo trovato molto stimolante cogliere la sfida di diventare main partner di un executive MBA, progettato per guidare l'innovazione e il cambiamento continuo - oltre la mera gestione dell'esistente -, pensato per manager già in carriera. Un programma che per l'appunto cerca di ridurre al minimo le lezioni frontali, creando piuttosto occasioni di crescita anche e soprattutto grazie ad esperienze sul campo, simulazioni, esperimenti didattici ad elevato livello di interattività. Quello proposto in questo bel volume ricco di spunti e approfondimenti tematici di estrema attualità ritengo costituisca l'esempio migliore di come sia possibile offrire ai giovani spazi espressivi di qualità che ne evidenzino competenze, intraprendenza, metodo professionale e potenzialità. I corsisti sono stati infatti sfidati a razionalizzare i concetti appresi in aula, integrarli con la propria esperienza e la propria vision, per poi sintetizzarli in capitoli di un libro. Un esercizio a mio avviso importantissimo - specie per chi ambisce ad essere leader - anche e soprattutto nell'epoca della scrittura veloce, fatta da social media e messaggistica istantanea. Il risultato è questo volume composto da nove capitoli - scritti come sopra accennato da altrettanti corsisti della prima edizione di Executive MBA Ticinensis - i quali sono organizzati in tre parti. La prima delinea scenari e competenze chiave per guidare il cambiamento del prossimo futuro, focalizzandosi su tre tematiche (fra le tante possibili). In particolare, nel primo capitolo, Roberta Barcella - UBI Banca - avvia il percorso del nostro volume con una interessante rilettura storica su come la tecnologia abbia influito sull'evoluzione del lavoro, ponendo enfasi su alcuni cambiamenti di particolare interesse come ad esempio l'evoluzione del ruolo della donna...»
21

Manuale di diritto privato. Rapporti patrimoniali

Paradiso, Massimo
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
22

Diritto pubblico. Con espansione online

Manfrellotti, Raffaele
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Il manuale illustra gli istituti fondamentali del diritto pubblico italiano, con una particolare attenzione alla prospettiva storica e politica in cui gli istituti stessi sono nati e si sono sviluppati. Dopo un'esaustiva disamina dei diritti costituzionalmente tutelati, il lavoro illustra gli elementi fondamentali della forma di governo, il sistema delle pubbliche funzioni e delle fonti del diritto per concentrarsi, infine, sulle garanzie costituzionali, considerate dal punto di vista degli operatori del diritto. Il manuale è corredato da materiale on line per esercizi e prove intercorso.
23

Probabilità. Un'introduzione con esercizi

Bianchi, Luigi Amedeo
Editore: Scienza Express
Reparto SCIENZA E TECNOLOGIA
Sottoreparto SCIENZE ESATTE
Questo libro si propone di guidare i primi passi del lettore nella teoria della probabilità. È pensato sia per studenti e docenti di scuola secondaria superiore che volessero approfondire contenuti non sempre visti in classe, sia per chi, avendo già finito la scuola, volesse scoprire qualcosa di più sulla probabilità, ad esempio per acquisire maggiore dimestichezza in vista di un corso universitario. Può essere anche un utile strumento per notare e capire i modi in cui abbiamo a che fare con la probabilità nella vita di ogni giorno. Ogni capitolo introduce teoria e tecniche e presenta una raccolta di esempi ed esercizi, alcuni dei quali di ispirazione olimpica, per consentire al lettore di mettere in pratica quanto appreso. Ciascun esercizio è completato da una dettagliata risoluzione.
24

Manuale di allenamento per le gare di matematica. Percorso introduttivo

Fiorini, Paolo
Editore: Scienza Express
Reparto SCIENZA E TECNOLOGIA
Sottoreparto SCIENZE ESATTE
"Manuale di allenamento per le gare di matematica" è un testo per studenti e docenti che desiderano avvicinarsi alle gare di matematica e si basa sull'esperienza concreta dell'autore. Contiene lezioni sperimentate con i ragazzi, di circa due ore, in cui viene sviluppata la teoria attraverso degli esempi, iniziando dai più semplici fino ad arrivare a problemi di tipo dimostrativo più complessi. Gli argomenti trattati sono logica e matematizzazione, conteggi e probabilità e teoria dei numeri. È previsto un seguito che si occuperà di algebra, geometria e dimostrazioni, in modo da completare un percorso introduttivo che cerca di offrire al lettore una panoramica sui problemi tipici delle gare di matematica.
25

Combinatoria per problemi. Training per le gare di matematica

Callegari, Emanuele
Editore: Scienza Express
Reparto SCIENZA E TECNOLOGIA
Sottoreparto SCIENZE ESATTE
"Combinatoria per problemi" aiuta a muovere i primi passi per affrontare problemi di combinatoria nelle gare di matematica. Nella prima lezione si mostra che a tutti (o quasi) i problemi classici di combinatoria elementare si può rispondere usando solo le due formule per contare gli anagrammi. Scoprire questa cosa fa sentire operativi fin da subito anche gli studenti e gli appassionati principianti. Fatto questo si dimostrano le due formule e si usano le restanti lezioni per innestare altra conoscenza, proponendo (e risolvendo) problemi opportunamente scelti per introdurre nuovi argomenti, anche non banali: numeri di Catalan, principio di inclusione/esclusione, cicli di permutazioni, e così via.
26

Problematiche attuali della previdenza sociale. Atti del Corso di Alta Formazione della Fondazione Giuseppe Pera (Lucca, 3 maggio-29 giugno 2018)

[Cinelli M. (cur.)]
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
27

Annali del seminario giuridico dell'università di Palermo. Vol. 63

Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto ALTRA SCIENZE SOCIALI
La lettera del Ministero della Pubblica Istruzione che approvò il regolamento del Seminario Giuridico dell'Università di Palermo porta la data del 10 marzo 1906; il discorso inaugurale del preside prof. Alfredo Rocco - rivolto ai «carissimi giovani», studenti e studiosi della Facoltà di Giurisprudenza - fu tenuto nel marzo 1909. A norma di regolamento il Seminario era articolato in quattro sezioni (discipline storico-giuridiche, diritto pubblico, diritto privato, scienze sociali), e aveva il «fine di promuovere ricerche per parte degli studenti e laureati ... che intendessero perfezionarsi in alcuna fra le scienze professate nella Facoltà, e addestrarsi nella conoscenza dei metodi di ricerca e dell'uso delle fonti». Nel corso degli anni il Seminario andò perdendo talune delle funzioni indicate nel regolamento, fu sempre più istituto di ricerca scientifica e meno palestra di addestramento professionale dei giovani, e in punto di fatto si andò specializzando (certo per impulso di Salvatore Riccobono, divenutone presto direttore) quale centro di studi storico-giuridici. Divenne poi (dai tempi almeno della seconda guerra mondiale), in buona sostanza, Istituto di Diritto Romano. Qualche anno dopo la sua istituzione, nel 1912, il Seminario Giuridico espresse una rivista propria: gli "Annali del Seminario Giuridico dell'Università di Palermo". A fondarla - e dirigerla fin quando insegnò a Palermo (1932) - fu in realtà Salvatore Riccobono. In piena aderenza agli scopi e alla struttura del Seminario la rivista ospitò per anni scritti di studiosi di tutte le discipline insegnate nella Facoltà giuridica palermitana. È naturale però che, col passare degli anni, sui contenuti degli 'Annali' si riflettessero in qualche modo le vicende dell'istituzione di cui erano espressione; sicché divennero, definitivamente intorno agli anni '60, una rivista storico giuridica, in maggior misura di diritto romano.
28

Relazioni, famiglie, società

Convegno su Relazioni, famiglie, società <Roma ; 2019>
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Nei cinquanta anni che ci separano dalla l. 1° dicembre 1970, n. 898 che ha introdotto il divorzio nel nostro ordinamento, molti sono stati i cambiamenti che la società ha vissuto e maturato nell'ambito delle relazioni familiari, di coppia e genitoriali. Il diritto di fonte legislativa e giurisprudenziale ha dovuto dare forma legale a tali cambiamenti, in tempi non sempre congrui e con soluzioni non sempre, o non per tutti, appaganti e forse non ancora definitive. La materia, infatti, è in continuo movimento, mai arrestatosi dalla riforma complessiva del 1975, proprio perché sollecitata da istanze di tutela sempre nuove, che trovano risposta a volta nelle aule giudiziarie prima ancora che in sede normativa, ponendo all'attenzione degli studiosi e degli operatori del diritto questioni e temi che solo pochi anni fa non sarebbero stati immaginabili e che ora vanno inquadrati nella più ampia cornice europea. Il volume raccoglie gli atti del Convegno svoltosi il 6 dicembre 2019 nell'Università di Roma Tre, diretto a suggerire una riflessione ad ampio spettro, sollecitando un dibattito che, da diversi angoli visuali, facesse il punto sul diritto di famiglia, oggi.
29

Alla ricerca dei modelli di governo dell'area vasta

Gasparri, Wladimiro
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
In questi anni le questioni sollevate dal governo dell'area vasta, in cui sono presenti sia formazioni metropolitane che una variegata rete di città, di differente taglia, sono state molteplici. Esse hanno coinvolto, tra gli altri, i temi della razionalizzazione della dimensione territoriale e della ricerca della dimensione ottimale in modo tale da definire istituzioni in grado di rispondere effettivamente del proprio operato di fronte ai cittadini, il profilo dell'impatto delle trasformazioni economico-sociali sulla struttura territoriale e amministrativa del governo delle città e sulle relative funzioni da attribuire ai soggetti vecchi e nuovi, l'aspetto della competitività delle metropoli sui mercati nazionali e internazionali con la messa a rischio dell'idea di cooperazione istituzionale e di un approccio economico-istituzionale sostenibile. Gli scritti raccolti nel volume prendono in considerazione la geografia di questo territorio per esaminare il quadro degli esistenti soggetti istituzionali, rilevando le differenze tra i vari tipi di enti e verificando i punti di forza e di debolezza delle soluzioni organizzative adottate e delle scelte concernenti le funzioni e la loro allocazione, con lo scopo di ricostruire e riflettere, anche in chiave comparativa, su alcuni dei principali aspetti e passaggi dell'attuale assetto strutturale di quegli ambiti individuati come 'territorio metropolitano' e 'territorio aperto'. L'interrogativo sotteso è quello su quali siano le forme più idonee per il governo delle differenti configurazioni assunte dall'area vasta in grado di garantire l'obiettivo, sempre più centrale, sia a livello nazionale che europeo, della loro coesione socio-economico-territoriale.
30

Minore età e contratto. Contributo alla teoria della capacità

Senigaglia, Roberto
Editore: Giappichelli
Reparto SCIENZE SOCIALI
Sottoreparto DIRITTO
Tra i dogmi che tradizionalmente edificano la certezza del diritto privato v'è quello legato alla categoria della capacità di agire, elevata, nell'ambito problematico della dinamica giuridica, a criterio di demarcazione del prima e del dopo, del momento (anagrafico) in cui il soggetto è escluso dall'attività giuridica e di quello in cui ne diviene partecipe. Al dogma si accompagna una lettura "in negativo" della capacità, ritenendo il soggetto minore di età totalmente incapace di agire, fatte salve le specifiche previsioni di legge. Tale schema si adatta senz'altro all'impianto originario del codice civile e alla sua impronta liberale. La lettura costituzionalmente orientata ha, poi, consentito soltanto, e comunque con voce non unanime, di relegare l'assioma prevalentemente all'attività patrimoniale del soggetto minorenne, alla sua attività contrattuale, consegnando, invece, ad altri criteri - radicati, appunto, nei principi costituzionali e capaci di cogliere l'identità individuale - l'esercizio dei diritti della personalità.

Pubblicato in DATI il 24/03/2021

Tags: