I manga

Negli ultimi anni i fumetti hanno guadagnato più spazio tra gli scaffali della biblioteca e sempre più spesso accanto ai grandi classici e alle tavole di fumettisti noti a livello internazionale si affacciano piccoli volumi (di solito tra i 18 e 20 cm), solitamente numerati perchè facenti parte di una serie, con una paginazione decisamente insolita per gli occidentali: si tratta dei MANGA.

Con il termine MANGA in Giappone si indicano tutte le tipologie di fumetti, per gli occidentali invece il termine va a indicare i fumetti giapponesi. Solitamente le storie a fumetti vengono serializzate in capitoli su riviste specializzate (quali Shonen Jump o Shonen Sunday solo per citare le più note) e solo successivamente, se hanno successo, i capitoli vengono raccolti e pubblicati in volumi singoli chiamati Tankobon, solitamente in brossura, con circa 200 pagine e di formato tra i 13 e i 18 cm. Se una serie ha successo spesso ottiene anche una trasposizione animata (i famosi ANIME), eventuali Sequel o Spin-off, Live-Action fino alla creazione di un vero e proprio franchising (basti pensare a fenomeni come Dragon Ball, i Pockemon, One Peace, Ranma, Death Note e molti altri).

Oltre al formato standard particolare il Manga si differenzia dal fumetto orizzondate sopratutto per la paginazione e l'impaginazione: esso infatti ha la rilegatura alla destra e si legge al contrario sia a livello di paginazione (partendo cioè dall'ultima pagina se lo si tiene all'"occidentale) sia per ordine di vignette (da destra a sinistra), cosa che almeno inizialmente può mettere in crisi il lettore occidentale. Generalmente i fumetti sono in bianco e nero anche se ultimamente, sopratutto le ristampe e le edizioni deluxe propongono anche una colorazione. Nei Manga inoltre prevalgono i dialoghi brevi, si fa un ampio uso dei balloon la cui dimensione dipende dal "volume" del dialogo (un urlo può riempire anche mezza pagina), questo perchè il Manga pone maggiore attenzione all'"illustrare" che allo "spiegare", offrendo al lettore non tanto una spiegazione analitica della storia ma una comprensione globale di ciò che sta succedendo.

 

Spesso i Manga vengono considerati erroneamente fumetti per bambini a causa dei tratti dei personaggi "tondeggianti" e "infantili". In realtà i manga sono pensati molto più per giovani adulti e adulti che bambini e solitamente è proprio il tipo di destinatario a cui sono indirizzati a stabilire la tipologia di manga.

KODOMO - manga per bambini (solitamente sotto i 10 anni)

Stile di disegno solitamente semplice e immediato, con storie pensate per divertire i bambini e facili da seguire (es. Doraemon, Pokemon, Digimon, Hamtaro ecc.)

SHONEN - manga rivolto principalmente (ma non solo) ad un pubblico adolescenziale e maschile

Contiene sicuramente i titoli più noti e spesso viene usato per indicare uno dei suoi sottogeneri, il battle shonen, con storie incentrate sulle battaglie, con eroi prevalentemente maschili dotati di estrema forza che affrontano sfide per salvare il mondo o accrescere ulteriormente la sua forza. Solo per citarne alcuni: Dragon Ball, One Piece, Naruto e il sequel Boruto. Negli Shonen però ci sono molti altri titoli noti slegati dal battle shonen come Death Note, Detective Conan, Full Metal Alchemist, Inuyasha, The promised neverland, Hunter x hunter e molti altri.

SHOJO - manga rivolto principalmente (ma non solo) ad un pubblico adolescenziale femminile.

Il focus predominante è sulle relazioni amorose e il romanticismo pur rimanendo quasi sempre sul piano più psicologico che fisico dato il target. Spesso sono forme d'amore pure, platoniche, con ragazze o ragazzi impacciati alle prese con le prime cotte o amori non ricambianti. Anche qui ci sono vari generI: da quelli dove la relazione amorosa o la storia della protagonista è predominante come le note Candy Candy, Georgie, Marmelade boy (conosciuto in italia grazie all'anime Piccoli problemi di cuore), a quelli legati a eventi storici come Lady Oscar, o a elementi fantasy (Majokko shojo) come Sakura, Sailor Moon ecc. 

SEINEN - manga rivolto principalmente a persone adulte

E' necessario specificare che è rivolto agli adulti perchè trattano di argomenti maturi non adatti a un pubblico giovane, non tanto per presenza di eccessiva violenza o erotismo (che hanno un genere specifico). Trattano diverse tematiche, spesso psicologiche o problematiche come l'ingiustizia, la dipendenza, la solitudine. Solo per citare alcuni dei titoli più celebri: Akira, Vagabond, Bersek, Monster, Buonanotte Punpun.

JOSEI - manga rivolto principalmente a donne

Simile al Shojo ma decisamente meno romantico e platonico e più realistico. Hanno come tematica principale la vita quotidiana e le sue difficoltà: il lavoro, la famiglia, le relazioni. Alcuni titoli: Wotakoi Love is hard for you, Oggi sono in ferie, Perfect World, supplement

YAOI/YURI - manga con tematiche omosessuali

Solitamente contengono tematiche esplicitamente sessuali con protagonisti coppie omosessuali, maschili per gli Yaoi, femminili per gli Yuri. Tra i più noti o recenti Loveless, Yuru Yuri, Blue Drop, Whisper me a love song, Junjo Romantica, Hitorijime my hero

ECCHI / HENTAI - manga con elementi erotici

Nel primo gli elementi erotici sono abbastanza leggeri (softcore), basti pensare che il termine in giapponese significa pervertito: le scene di nudo sono limitate e spesso gestiti in maniera comica o leggera. Alcuni titoli: High School DxD, Trinity Seven. Negli Hentai invece la tematica erotica è palese e spesso accompagnato da scene di violenza o tematiche come incesti e stupri, non esiste censura, contiene materiale molto esplicito, spesso vietato ai minori. Alcuni titoli: The inheritance of aroma, Prison School.

 

Accanto a questi "generi" che indicano il target e il pubblico di destinazione ci sono tantissimi sottogeneri, abbinabili alle varie tipologie. I più comuni sono:

RomCom : classica commedia romantica con relazioni, triangoli amorosi, equivoci e gag comiche. Solo per citare i più noti: Lamù, Ranma 1/2, Toradora!

Mecha : storie di Fantascienza, con tematiche di solito belliche e spesso legate all'uso di Robot o alta tecnologia. Non si può non citare Gundam, Mazinger 

Spokon : storie legate allo sport. Da Holly e Benji a Slam Dunk, da Mila e Shiro a Haikyu!
 
Meitantei : gialli investigativi con casi e misteri da risolvere ma anche storie di criminali. Tra i più noti Detective Conan e Lupin.
 
Isekai : storie ambientate in una dimensione fantastica dove il protagonista si trova catapultato e deve imparare ad adattarsi. Es. Sword Art Online, Re:Zero.
 
Cyberpunk : trame solitamente post apocalittiche dove l'uomo ha distrutto la civiltà a causa dell'uso improprio della tecnologia. Es. Ghost in the Shell, Hellsing

Gore: tratta tematiche cruente, scontri fisici e con forte patos. Es Bersek, Gatsu

Suriraa: thriller poliziesche che coinvolgono le forze dell'ordine. Solitamente sono molto cruenti e per la tipologia di tematica sono spesso legati agli Seinen. Es. Monster, Death Note

Harem : spesso legato agli Ecchi o agli Hentai racconta storie dove il protagonista (speccio impacciato) si trova ad avere a che fare con personaggi del sesso opposto attratti da lui.

 

 

 

 

 

 

 


Pubblicato in CONOSCENZE il 09/11/2021

Tags: